Attestazioni OIV o struttura analoga 2019

Attestazioni OIV o struttura analoga 2019 – Con delibera 141 del 27 febbraio 2019, ANAC fornisce indicazioni in merito all’attestazione sull’assolvimento degli obblighi di pubblicazione prevista dall’art. 14, co. 4, lett. g), del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150.

Per verificare l’effettiva pubblicazione dei dati previsti dalla normativa vigente, il Consiglio dell’Autorità ha individuato specifiche categorie di dati, di cui gli OIV (o gli organismi con funzioni analoghe), ai sensi dell’art. 44 del d.lgs. 33/2013, sono tenuti ad attestare la pubblicazione al 31 marzo 2019.

L’attestazione va pubblicata nella sezione “Amministrazione trasparente” o “Società trasparente” entro il 30 aprile 2019.

Sono tenuti all’attestazione sull’assolvimento degli obblighi di pubblicazione al 31 marzo 2019 (quindi la compilazione delle griglie andrà effettuata dopo tale data) gli OIV istituiti presso:
1. le «pubbliche amministrazioni» di cui all’art. 2-bis, co. 1, del d.lgs. 33/2013, ivi comprese le autorità portuali, nonché le autorità amministrative indipendenti di garanzia, vigilanza e regolazione. Sono tenuti a predisporre e pubblicare l’attestazione anche gli ordini professionali di cui all’art. 2-bis, co. 2, lett. a) del d.lgs. 33/2013 in quanto compatibili. Per questi soggetti, ANAC, ai fini della predisposizione dell’attestazione, fornisce il modello “Allegato 1.1”. I dati per cui si chiede l’attestazione della pubblicazione al 31/03/2019 sono (come da Errata corrige del 13/03/2019) :
– Performance (art. 20)
– Provvedimenti (art. 23)
– Bilanci (art. 29)
– Servizi erogati (art. 32)
– Pagamenti dell’amministrazione (artt. 4-bis, 33, 36 e 41)
– Opere pubbliche (art. 38)
– Pianificazione e governo del territorio (art. 39)
– Informazioni ambientali (art. 40)
In caso di mancanza dell’OIV o di struttura analoga, l’attestazione e la compilazione della griglia di rilevazione sono effettuate dal RPCT, specificando e motivando l’assenza dell’OIV.
2. enti pubblici economici, società e enti di diritto privato in controllo pubblico di cui all’art. 2-bis, co. 2, del d.lgs. 33/2013, cui ANAC fornisce il modello “Allegato 1.2”. I dati per cui si chiede l’attestazione della pubblicazione al 31/03/2019 sono:
– Organizzazione (artt. 13 e 14)
– Enti controllati (art. 22)
– (Provvedimenti (art. 23))
– Bandi di gara e contratti (art. 37)
– Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici (artt. 26 e 27)
Per le aziende e le strutture private che erogano prestazioni per conto del servizio sanitario, oltre ai dati di cui sopra, è necessario attestare anche la pubblicazione dei dati relativi alle liste di attesa (art. 41, co. 6).
In caso di mancanza dell’OIV o di struttura analoga, l’attestazione e la compilazione della griglia di rilevazione sono effettuate dal RPCT, specificando e motivando l’assenza dell’OIV.
Nelle strutture private, in caso di mancanza di organismi con funzioni analoghe all’OIV, l’attestazione è predisposta dal rappresentante legale o dall’organo di controllo, ove previsto.

ATTENZIONE: Segnaliamo che l’obbligo di pubblicazione dei Provvedimenti (art. 23) per enti e società di cui al punto 2, non è previsto nelle “Nuove linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazioni e degli enti pubblici economici” approvate dall’ANAC con Determinazione n. 1134/2017. Riteniamo, pertanto, che la presenza di tale obbligo sia un refuso. Consigliamo, in assenza di diversi chiarimenti da parte dell’Autorità, di inserire “n/a” nei relativi campi della Griglia di rilevazione.

3. società a partecipazione pubblica non di controllo di cui all’art. 2-bis, co. 3, primo periodo del d.lgs. 33/2013, cui ANAC fornisce il modello “Allegato 1.3”. I dati per cui si chiede l’attestazione della pubblicazione al 31/03/2019 sono:
– Bilanci (art. 29)
– Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici (artt. 26 e 27)
– Bandi di gara e contratti (art. 37)
In caso di mancanza dell’OIV o di struttura analoga, l’attestazione e la compilazione della griglia di rilevazione sono effettuate dal rappresentante legale, specificando e motivando l’assenza dell’OIV.
4. associazioni, fondazioni e altri enti di diritto privato di cui all’art. 2-bis, co. 3, secondo periodo del d.lgs. 33/2013 che abbiano un bilancio superiore ai 500.000 euro e che svolgono funzioni amministrative, erogano servizi pubblici, svolgono attività di produzione di beni e servizi a favore di pubbliche amministrazioni, cui ANAC fornisce il modello “Allegato 1.4”. I dati per cui si chiede l’attestazione della pubblicazione al 31/03/2019 sono:
– Bilanci (ove l’adozione del bilancio sia prevista dalla disciplina di settore, art. 29)
– Bandi di gara e contratti (art. 37)
Nelle associazioni, fondazioni e enti di diritto privato l’attestazione è predisposta dal rappresentante legale o dall’organo di controllo, ove previsto.
Ai fini dello svolgimento delle verifiche sull’assolvimento degli obblighi di trasparenza, ANAC richiede agli OIV (o agli organismi con funzioni analoghe) la compilazione della «Griglia di rilevazione al 31 marzo 2019» mettendola a disposizione, per ciascuno dei soggetti sopra visti:
Allegato 2.1 per le pubbliche amministrazioni di cui al punto 1;
Allegato 2.2 per enti e società di cui al punto 2;
Allegato 2.3 per società a partecipazione pubblica non di controllo di cui al punto 3;
Allegato 2.4 per associazioni, fondazioni e enti di diritto privato di cui al punto 4.
Ciascuna Griglia è composta da un foglio “Pubblicazione e qualità dati” in cui va documentata la verifica della pubblicazione (nella sezione “Amministrazione/Società trasparente”) dei dati oggetto di attestazione e della loro qualità, da attribuire in base alle indicazioni fornite nell’Allegato n. 5 «Documento tecnico sui criteri di qualità della pubblicazione dei dati».
Soltanto gli OIV dei Ministeri e degli Enti pubblici nazionali con uffici periferici, devono compilare, poi, anche il foglio n.2 “Uffici periferici” della Griglia 2.1, in cui va documentata la verifica volta ad accertare se la pubblicazione dei dati presenti nel sito web dell’amministrazione centrale ovvero nei siti degli uffici periferici, laddove esistenti, si riferisca a tutte le predette strutture, anche con riguardo alla completezza dei dati.
Nell’Allegato 4 “Criteri di compilazione della Griglia di rilevazione” viene descritta la metodologia da seguire per attribuire un valore a ciascun obbligo oggetto di attestazione, in tutti i campi della Griglia. Non sono, difatti, ammessi campi vuoti, per cui, qualora i dati non ricorrano strutturalmente presso le amministrazioni/enti considerati, bisogna inserire il valore n/a (non applicabile), onde evitare che venga attribuito un valore pari a 0 per i campi vuoti.
ANAC mette poi a disposizione una “Scheda di sintesi sulla rilevazione degli OIV o organismi analoghi” (Allegato 3), in cui gli OIV devono: indicare la data di svolgimento della rilevazione; elencare gli uffici periferici e descrivere le modalità seguite ai fini dell’individuazione delle predette strutture; indicare le procedure e le modalità seguite per la rilevazione nonché gli aspetti critici riscontrati nel corso della rilevazione ed eventuale documentazione da allegare; indicare nel documento le eventuali articolazioni autonome degli enti e il criterio di pubblicazione dei dati da parte delle stesse, se nel sito dell’amministrazione centrale o nel sito dell’articolazione autonoma.

Una volta completata la compilazione, le attestazioni, le griglie e le schede di sintesi NON devono essere trasmessi all’ANAC, ma devono essere pubblicate nella sezione “Amministrazione/Società trasparente” – “Controlli e rilievi sull’Amministrazione” – “Organismi indipendenti di valutazione, nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe”, “Attestazione dell’OIV o di altra struttura analoga nell’assolvimento degli obblighi di pubblicazione” entro il 30 aprile 2019, utilizzando l’apposita scheda prevista in Pa33.

La pubblicazione compete al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza.

Le associazioni, le fondazioni e gli enti di diritto privato di cui all’art. 2-bis, co. 3, secondo periodo, d.lgs. 33/2013 pubblicano le attestazioni sul proprio sito web dandone specifica evidenza nella home page (In caso di mancanza di un proprio sito web l’attestazione è pubblicata nella sezione “Amministrazione trasparente” dell’amministrazione per cui svolgono funzioni amministrative, erogano servizi pubblici e svolgono attività di produzione di beni e servizi.)

Anche quest’anno ANAC effettuerà delle verifiche a campione, servendosi, eventualmente, dell’ausilio della Guardia di Finanza per riscontrare l’esattezza e l’accuratezza dei dati attestati dagli OIV.

Per qualsiasi chiarimento potete rivolgervi al nostro helpdesk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *