Sospensione obblighi di pubblicazione per i dirigenti

Sospensione obblighi di pubblicazione per i dirigenti – art. 14 co. 1-ter ultimo periodo del d.lgs. 33/2013

Il Consiglio dell’ANAC, in data 1° marzo 2018, a seguito della sospensione degli atti del Garante per la protezione dei dati volti a dare attuazione agli obblighi di trasparenza relativi ai dati reddituali e patrimoniali nonché ai compensi e agli importi di viaggio di servizio dei dirigenti   (c. 1, lettere c) ed f) e 1-bis dell’art. 14 d.lgs. 33/2013),  ha valutato opportuno sospendere  l’efficacia della Determinazione dell’8 marzo 2017 n. 241 anche per le indicazioni relative alla pubblicazione dei dati di cui all’art. 14 co. 1-ter ultimo periodo del d.lgs. 33/2013 concernente l’obbligo dell’amministrazione di pubblicare sul proprio sito istituzionale il dato trasmesso da ciascun dirigente sull’importo complessivo degli emolumenti percepiti a carico della finanza pubblica.

Ricorderete, infatti, che riguardo tale obbligo erano state sollevate delle questioni di costituzionalità dal Tribunale Amministrativo Lazio e l’Autorità  con i comunicati del 17 maggio 2017 e dell’8 novembre 2017, aveva confermato gli obblighi di pubblicazione in questione.

Tuttavia, a seguito di ulteriori sentenze del TAR Lazio, al fine di evitare alle amministrazioni pubbliche situazioni di incertezza sulla corretta applicazione dell’art. 14 co. 1-ter, con possibile contenzioso e disparità di trattamento fra dirigenti appartenenti a amministrazioni diverse,  ha deciso di sospenderne l’attuazione.

Attenzione! La sospensione di efficacia riguarda esclusivamente la pubblicazione da parte dell’amministrazione pubblica dell’ammontare complessivo degli emolumenti per ciascun dirigente. Non riguarda, invece, l’obbligo di comunicazione, da parte del dirigente, degli emolumenti complessivi percepiti a carico della finanza pubblica, all’amministrazione presso la quale presta servizio. Resta, pertanto, applicabile la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del dirigente che non effettua la comunicazione (art. 47).

Come sempre, per qualsiasi chiarimento potete rivolvergi all’helpdesk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *